Posizione: Home  » Index e Estratto dal libro  » Indice - Ognuno muore da solo


Indice - Ognuno muore da solo

Indice
Premessa.............................................................. 15
Una parola umana è un concetto che
può avere molti contenuti ................................ 17
Si preferisce allontanare dalla propria
coscienza il pensiero della morte ..................... 20
La morte spirituale è cecità a livello
spirituale - un’esistenza condotta
nell’ombra, nell’irrealtà .................................... 22
La vita è una corrente di energia divina
fluente e inesauribile (forza di luce). Avvolto
nell’essere umano si trova l’essere di luce che
proviene da Dio ................................................. 24
Dio, la vita, parla all’uomo tramite i moti
positivi della coscienza. Non esiste alcuna
vita dopo la vita terrena? Ignoranza spirituale –
una prigione per la nostra anima .................... 26
Giungere dalla paura della morte a un modo
di vivere consapevole, alla sicurezza,
alla calma e ad una stabilità interiore tramite
l’autoconoscenza ............................................... 31
Chi impara a comprendere la propria vita
non ha più paura della morte .......................... 34
L’esistenza terrena è un capitolo della vita
che l’uomo può utilizzare e impostare
in modo positivo ................................................ 36
La vita, l’energia universale,
inonda tutto il cosmo. Come esseri umani
ne vediamo solo una minima parte ................ 37
Il processo della morte – la nostra anima
immortale si stacca dal nostro corpo fisico ... 41
La natura non conosce distruzione,
ma solo trasformazione .................................... 43
Vivere in modo consapevole
significa confrontarsi con la vita ..................... 45
Le istituzioni ecclesiastiche non sanno
dare una risposta alle domande sul
“vivere e morire per continuare a vivere”...... 49
L’aldilà è forse un’assurdità? I nostri
pregiudizi indicano che non abbiamo
una mente analitica ........................................... 51
Gli insegnamenti della chiesa non portano
i fedeli alla prova dell’esistenza di Dio .......... 56
Il diritto terreno e i suoi criteri per
stabilire il “valore stimato“.
Nell’aldilà vale la giustizia di Dio .................. 58
La struttura dell’anima di sostanza
più sottile e del corpo fisico ............................. 61
I pericoli in cui si incorre prendendo
contatto con i mondi dell’aldilà ...................... 64
Se osserviamo in modo analitico la nostra
esistenza terrena, essa ci dà indicazioni
sull’esistenza di una vita illimitata ................. 67
Chi si basa su un modo di pensare dettato
dalla mente, dall’intelletto, non comprende
lo Spirito dell’infinito ....................................... 73
L’irradiazione dell’anima segna l’uomo
e indica ciò che egli ha memorizzato .............. 76
Le vesti che avvolgono l’anima nell’aldilà -
Un aiuto per riconoscere le colpe provenienti
dai giorni terreni trascorsi................................. 81
Il simile attira il simile. I geni
dell’uomo hannoun ruolo determinante ...... 85
Se il potenziale energetico donato per una vita
terrena viene consumato più rapidamente del
previsto, sprecando la forza vitale, ne può
conseguire una morte prematura ................... 87
Il ciclo della natura ci indica i processi
evolutivi nel cammino della vita dell’uomo.
La vita non conosce stasi .................................. 93
L’anima di una persona scontrosa,
che continua a rimuginare ed è amareggiata,
entra nei regni intermedi come essere
spiritualmente morto ........................................ 96
Il Cristo va incontro di molti passi a
chi si impegna seriamente a cambiare
i propri pensieri ................................................. 99
L’uomo consapevole della dimensione
universale muore senza agonia. Ogni vita terrena
è un dono fatto dall’Eterno a Suo figlio ......... 101
I processi che avvengono nel sonno profondo,
che è il “fratello minore della morte“.
Il “nastro d’argento“, ossia il nastro
informativo che collega l’anima e l’uomo ..... 106
Il cosiddetto “defunto“ non sempre è morto.
L’anima che non riesce a staccarsi in tempo
dal corpo soffre dolori e tormenti
inimmaginabili .................................................. 110
Il decesso di una persona che è vissuta
nella consapevolezza di Dio. Essa muore con
dignità ................................................................. 117
L’uomo si libera dalle proprie colpe
soltanto se riconosce la propria parte nel
rapporto negativo con i suoi simili
e la sistema con l’aiuto del Cristo-Dio ............ 120
Non conoscendo queste cose, si possono
eventualmente infliggere sofferenze e dolori
indicibili ad una persona in punto di morte . 121
La situazione disperata di alcune anime
dopo che hanno lasciato il corpo .................... 123
Il cammino di ogni anima ha come meta
il ritorno alla casa del Padre. L’anima che
si è staccata dal corpo si trova in uno stato
diverso di aggregazione ................................... 126
L’anima rivede la sua vita terrena.
Essa prova sul proprio corpo le sofferenze
che ha inflitto agli altri ..................................... 130
Le vittime di atti di violenza, in veste
di anime cercano il colpevole per
vendicarsi su di lui ............................................ 132
Le anime trasmettono le loro frequenze.
Esse sono in grado di influenzare persone che
hanno lo stesso tipo di irradiazione ............... 134
Le anime che restano vicine alla terra si muovono
nelle immagini del loro passato. Alcune anime
si “impossessano” di altri esseri umani o li
“circondano” per vivere i propri desideri .... 137
Il respiro proviene da Dio. Esso è la vita
dell’anima e dell’involucro perituro. Dopo che
l’uomo ha espirato per l’ultima volta, l’anima
continua a respirare in un altro ritmo ............ 140
Il modo in cui l’uomo imposta la propria
esistenza determina la vita della sua anima
nell’aldilà. Il suo angelo custode ed altri esseri
di luce le sono a fianco per consigliarla .......... 144
Il compito specifico di un’anima per la
sua vita terrena. “Chi non vuole ascoltare
consigli dovrà imparare a sue spese” ............. 150
Nell’ora della sua morte l’uomo non può più
cambiare le condizioni della sua anima. Vale
soltanto: l’anima è leggera o pesante? ............ 152
“Cielo“ e “inferno“ sono livelli di coscienza
dell’anima creati dall’uomo stesso ................. 157
Le anime legate alla terra influenzano e
manipolano certe persone; la cronaca atmosferica
“scende sulla terra come una pioggia“. Chi non
si basa su valori etici e morali più elevati
rimane spesso una persona manovrata .......... 158
Nella propria giornata l’uomo determina
come sarà il suo “dopo” ................................... 165
Quando il film della vita gira a ritroso.
Mentre gira in avanti – fino a 40-48 anni - si forma
la matrice per la successiva incarnazione ....... 167
Dio ha portato la Religione Interiore,
La religione del cuore. Essa rende superflua
la religione esteriore ......................................... 172
L’intervento più grave effettuato
sulla Religione Interiore è stato quello
di togliere la reincarnazione dagli insegnamenti
dei saggi e dei profeti ....................................... 175
Non è Dio che ha condotto gli uomini su
una via errata, bensì la casta sacerdotale
che voleva legare a sé gli uomini .................... 183
Prendete coscienza della grandezza che si trova
in voi! L’uomo dovrebbe far maturare il seme
della sua vita, il nucleo centrale ...................... 187
Il cammino percorso dall’anima dalla luce fino
a divenire un essere umano nella materia ..... 190
La meta del viaggio dell’uomo –
il suo compito per fare ritorno
alla sua vera origine........................................... 192
Solo la stabilità interiore porta a vivere
in modo dinamico e ad agire nello
Spirito di Dio ..................................................... 194
Il ponte verso Dio è dato dal vivere nella
consapevolezza del profondo collegamento
tra Dio, l’uomo, i regni della natura
e il cosmo ............................................................ 197
Tra la semina e il raccolto c’è il periodo
della maturazione nel quale, nel corso della
vita terrena, possiamo riconoscere e sistemare
le nostre cause prima che si manifestino
gli effetti .............................................................. 200
I segni dei tempi sono evidenti. Ognuno deve
chiedersi se non ha una parte di responsabilità
per il disastro in cui si trova il mondo odierno.
Ognuno può decidersi ogni giorno: per Dio o
contro Dio ........................................................... 205
Appendice .......................................................... 209

Grafik Vivere e morire per continuare a vivere

Un libro che riguarda chiunque desideri superare la paura della morte per giungere ad un modo di vivere consapevole, per acquisire sicurezza, tranquillità e stabilità interiore. Infatti, come scrive Gabriele: „Chi impara a comprendere la propria vita non ha più paura della morte.“
Il lettore scoprirà correlazioni fino ad ora sconosciute in merito alla vita e alla morte, sulle condizioni in cui si trova l'anima nelle diverse situazioni del processo della morte e su ciò che aspetta l'anima di una persona nell'aldilà, dopo il decesso del corpo fisico.






Pagg. 216



Sconto del 15% sul prezzo di copertina!

Leggi il testo in pdf [554 KB]
 

9,50 EUR

Codice prodotto: s368it  

+ Spese di spedizione

Grafik Disponibile per consegna immediata  
 
Quantità:   copie



Grafik Grafik