Posizione: Home  » Index e Estratto dal libro  » Estratto - La mia vita. La vita che io stesso ho..


Estratto - La mia vita. La vita che io stesso ho..

Per Dio o contro Dio –
l’amore per Dio e per il prossimo oppure il
principio satanico che dice “Io sono il
prossimo di me stesso”?
Gesù di Nazareth ci ha insegnato la legge
della libertà, basata sull’amore per Dio e
per il prossimo e non sull’amore egoistico,
non sul comportamento egocentrico che
viene mascherato lapidariamente con le
parole “Io sono il prossimo di me stesso”.
Questo tipo di egoismo è esattamente l’opposto
dell’amore per Dio e per il prossimo.
29
Secondo la legge della libertà che ci è stata
portata da Gesù di Nazareth, ogni uomo è
responsabile per i propri pensieri e per il
proprio comportamento, in bse al principio
riconosciuto anche dall’uomo che dice
“azione uguale a reazione”, ossia la legge di
causa ed effetto. Secondo la Legge universale
ciò comporta: o per Dio, la vita eterna,
oppure contro Dio, la vita eterna.
Colui che è contro la legge della libertà della
vita ha invertito il principio dell’“amore per
Dio e per il prossimo” nel suo contrario,
ossia: “Io sono il prossimo di me stesso”,
che si basa su macanza di libertà e comporta
un legame a chi ne viene coincolto, secondo
il principio: “Lega gli altri e sii il prossimo
di te stesso”. A causa di questo atteggiamento
basato soltanto sull’amore egoistico, soffrono
non solo tante persone, ma soprattutto
gli animali innocenti, le piante, i minerali e
tutta la Terra.
30
Prima o poi, anche se avverrà soltanto
nell’aldilà come anima o in un corpo
umano nel corso di successive incarnazioni,
l’anima dovrà confrontarsi con ciò che ha
immesso, ossia con la responsabilità che
ha per se stessa. Noi tutti siamo quindi
succubi della schiavitù che ci siamo imposti
noi stessi e che si può manifestare sotto forma
di sofferenza, preoccupazioni, pene,
malattie e altre contrarietà.

Grafik La mia vita. La vita che io stesso ho scelto
C
ome si possono intendere queste parole? Che cos'è veramente la vita e perché è così diversa per ogni singolo uomo?
Gabriele, la profetessa e messaggera di Dio per la nostra epoca, ci spiega che la nostra vita è molto di più di ciò che in genere siamo in grado di percepire. Se noi uomini considerassimo la nostra vita terrena come un corto tragitto, un breve percorso di crescita, riusciremmo ad inserirci meglio nel grande contesto cosmico globale. Impareremmo a comprendere che significato hanno, per esempio, la nascita e la morte, in riferimento alla nostra esistenza eterna.

Riusciremmo a considerare gli eventi e ciò che accade nella nostra vita terrena da una prospettiva più elevata, attribuendo un significato e un valore completamente diversi - e potremmo così imparare a utilizzare meglio le nostre giornate terrene!




Pagg. 68





Leggi il testo in PDF [415 KB]
 

6,90 EUR

Codice prodotto: s345it  

+ Spese di spedizione

Grafik Disponibile per consegna immediata  
 
Quantità:   copie



Grafik Grafik